Home > Trattamenti > Finissaggi tecnici

Trattamenti Anti-UV (antisolari)

Dettagli

Trattamenti Anti-UV


Il trattamento Anti-UV aumenta il potere schermante di tessuti e capi nei confronti di radiazioni solari ultraviolette dannose per l'epidermide (UVB e UVC). 
Questo effetto di schermatura viene espresso dal cosiddetto 'fattore di protezione anti-UV' (UPF), esattamente come il fattore di protezione solare delle creme. Esso indica quante ore di esposizione solare occorrono, al riparo del tessuto trattato, per ricevere lo stesso dosaggio di radiazioni solari come se non si utilizzasse alcuna protezione.

Come è intuibile, qualunque tessuto non trattato è già caratterizzato da un proprio valore di UPF. Esso è tanto più elevato quanto più il tessuto è 'battuto' (cioè quanto più è 'spesso') e quanto più risulta di colore scuro. Ne consegue che, per valutare l'incremento di UPF che può risultare dal trattamento Anti-UV, occorre accertare l'UPF di partenza del tessuto non trattato. 
L’UPF risultante dopo il trattamento è incrementato di poco o di tanto in funzione dell’UPS originario del prodotto tessile sul quale eseguiamo il trattamento. Se il tessuto è molto 'battuto' e magari di colore scuro, possiederà un UPF già elevato e pertanto il trattamento è sconsigliabile; se, viceversa, il tessuto è leggero o chiaro, l’UPF di partenza sarà modesto: in questo caso il trattamento Anti-UV produrrà un incremento significativo dell’UPF, giustificandone l'esecuzione.