Home > Tinture

Tinture con coloranti naturali

Scheda Tecnica

PrerogativaTinture eseguite con coloranti naturali ricavati da sostanze vegetali, generalmente per uso alimentare e cosmetico. La cocciniglia (tonalità rosso-violaceo) è di origine animale.
EsecuzioneIn capo e in pezza. La tintura in capo si presta maggiormente rispetto alle tinture in pezza.
TessutoQualunque tipo di tessuto. Appaiono più interessanti i risultati ottenibili su tessuti ortogonali (catena-trama) rispetto ai tessuti a maglia. Sono più indicati titolo medio-grossi rispetto a filati fini o finissimi.
Fibre idoneeIntensità di colore e solidità alla luce maggiori si ottengono su lane e cahmere e su sete. Anche il lino si presta molto bene ale tinture naturali. Meno indicato è il cotone. I coloranti naturali tingono le fibre naturali, poco alcune artificiali; risulta tingibile, con limitazioni, il poliammide. Non sono tingibili le altre fibre sintetiche.
Modifica della manoGli ammorbidenti naturali hanno un effetto sensibile sul tessuto, ma inferiore agli ammorbidenti ottenuti dalla chimica di sintesi.
AvvertenzeLe solidità ad umido sono generalmente buone. Le solidità alla luce risultano inferiori a quelle correntemente ottenibili con i coloranti di sintesi e dipendono significativamente dal tono del colore e dalla composizione fibrosa del substrato tinto.
Note

La ricerca in questo campo è stata da noi molto approfondita negli ultimi due anni grazie ai molti substrati ricevuti dai clienti (vedi: "Ricerca a costo zero") e a progetti di ricerca cofinanziati che abbiamo intrapreso. Stiamo percorrendo molte strade per ampliare la gamma cromatica ed aumentare le solidità alla luce, ricorrendo anche a biotecnologie enzimatiche e a tecnologie di processo alternative.

Primo inserimento: 20/7/2007
Ultimo aggiornamento: 2/11/2009

Ultimo aggiornamento: 1-11-2009